Giveaway

Le immagini dei teaser non sono nostre e non ci guadagnamo da esse. Tutti i diritti appartengono ai proprietari.

giovedì 2 marzo 2017

Recensione in anteprima "Dream- Offerta d'amore" di Karina Halle

Ciao Rumors! Oggi la nostra Fabiana, ci parlerà in anteprima di un'altro libro targate Newton Compton Editori in uscita domani 3 marzo. Dopo Dream- Un patto d'amore, torna l'autrice Karina Halle,  con Dream- Offerta d'amore, dove in questo volume verrà narrata la storia tra Nicola Price e Bram McGregor, fratello maggiore di Linden. 
Titolo: Dream- Offerta d'amore
Autore: Karina Halle
Prezzo: 3,99€
Editore: Newton Compton Editori
Genere: Contemporary Romance
Data di pubblicazione: 3 marzo 2017
Amazon

Lei pensa che lui sia un playboy arrogante.
Lui pensa che lei sia una fredda bacchettona.
Ma sta per farle una proposta che non potrà rifiutare.


Nicola Price aveva tutto: una carriera fantastica, il fidanzato perfetto, una collezione di scarpe esagerata e un appartamento in uno dei migliori quartieri di San Francisco. Ma quando rimane incinta e il suo stupido fidanzato la lascia di punto in bianco, il mondo perfetto di Nicola precipita. Senza rialzarsi. Oggi Nicola è la fiera madre single di una bambina di cinque anni e vive una gigantesca bugia. Può permettersi a malapena il suo appartamento, e tutti gli uomini con cui esce scappano quando scoprono che ha una figlia. Fatica a tirare avanti e ha paura, ed è ben lontana dalla posizione in cui si immaginava di essere a trentun'anni. La sua salvezza arriva sotto forma di uno scozzese alto, bello e ricco di nome Bram McGregor, il fratello maggiore del suo amico Linden. Bram ne sa qualcosa di orgoglio, così quando alcune circostanze tragiche fanno toccare il fondo a Nicola, le offre un appartamento dove stare in un palazzo di sua proprietà. È un'offerta fantastica, sempre che non sia un problema per lei vivere accanto a Bram, un uomo che, malgrado la sua generosità, sembra voler discutere con lei su tutto. Ma niente è gratis e mentre Nicola si rimette in sesto, scopre che l'enigmatico playboy potrebbe costarle più di quel che pensava. Potrebbe perdere il suo cuore. I fratelli McGregor portano solo problemi...


Ciao Rumors.
Comincio col dirvi che ero in attesa spasmodica di leggere questo secondo volume, anche se non vi nascondo che mi ero già proiettata nel terzo libro sperando che la storia fosse ambientata in Scozia, paese che adoro sopra ogni cosa… ma non corriamo troppo, restiamo con Nicola e Bram.
Karina Halle mi ha di nuovo conquistata, stregata, appassionato e non certo per il suo modo di scrivere senza troppi peli sulla lingua, ma perché le storie che decide di narrare hanno quel tocco di verità e di sentimento che le fanno sempre apparire possibili, nonostante anche qui ruotiamo nel mondo dei ricconi milionari.
Ma Nicola che è la voce narrante con cui si aprono le danze della storia è una mamma single e senza lavoro. Si arrabatta tutti i giorni per regalare a sua figlia una vita migliore, tutta la sua stessa esistenza ruota intorno ad Ava, al punto tale che arriva il momento di abbandonare per sempre i sogni per il bene della piccola.

Questo amore di madre lo vivi intensamente sulla pelle, così come riesce a farti provare la disperazione della disoccupazione e la difficoltà tangibile di essere una mamma sola a crescere senza soldi una figlia. Mi ha letteralmente travolto e non vi nascondo che mi ha fatto scendere qualche lacrimuccia quando tutto è diventato più grande di lei, così grande da schiacciarla e soffocarla. Mi sono chiesta che caspita avrei fatto al posto suo e vi giuro sono andata in asfissia per lei. Poi c’è da dire che Nicola ha un carattere forte e orgoglioso e prima di chiedere aiuto deve nevicare d’agosto.
Quindi da una parte c’è tutto questo aspetto che ho amato, dall’altro, come vi accennavo, Karina Halle ha una marcia in più per quanto riguarda la sessualità. I suoi personaggi non hanno peli sulla lingue né barriere nell’affrontare a viso aperto certe situazioni o questioni. Bram e Nicola battibeccano di continuo perché hanno entrambi una immagine superficiale e sbagliata dell’altro. Sono vittime delle apparenze, dei luoghi comuni e delle prime impressioni.
Anche Bram mi è piaciuto moltissimo proprio per questa sua impossibilità di scrollarsi l’immagine che il mondo intero ha di lui. Parte talmente tanto scoraggiato da rinunciare in partenza a mostrarsi per com’è veramente. Solo a Nicola permetterà di svelare cosa si nasconde sotto la superficie visibile del playboy da strapazzo e maniaco sessuale. E qui una precisazione è rigorosa perché questo Bram è veramente tanta tanto roba, ma così tanta che come dice l’autrice fa fatica lui stesso a… Censura!!! 

Quando ci provo con te ti faccio eccitare, sudare e restare senza fiato, gemendo il mio nome. 
Non ti faccio fare battute.

Non vi dico nulla di più ma lui sa come far impazzire una donna e quali punti toccare. È un vero e proprio esperto, sicuro di sé su questa materia, ma al di là di questo sipario erotico parecchio interessante la storia va ben oltre, tanto oltre perché ci sono due mondi apparentemente inconciliabili da mettere a nudo, due mondi che devono imparare a incastrarsi mentre i sogni vengono accantonati e le paure sono in bella mostra. E non mancheranno segreti e colpi di scena che vi terranno incollate fino alla fine.
Il cuore giovane è elastico, selvaggio. Adesso ho paura che l’età e l’esperienza lo stirino irreparabilmente, e che non tornerà mai al suo posto.

Perché… quando inviti qualcuno dentro di te e poi questa persona ti lascia, si porta via una parte di te. Rovina le fondamenta. Non capisci? È dannoso quando togli i mattoni e tutto l’edificio crolla.

Poi la ciliegina sulla torta è la presenza di Steph e Linden, Karina Halle ci permette di scoprire cosa ne è stato di loro, senza contare che Steph sarà una presenza ingombrante a tratti e decisiva in altre. È stato bello ritrovarla perché nella sua schiettezza è un personaggio buono, ottimista, con un forte senso di protezione.
Ma… sì, c’è anche un ma dietro tante cose che mi sono piaciute. Bram come al solito è troppo poco scozzese se non nell’accento. No, va beh scherzo, quello che  mi sarebbe piaciuto leggere in modo più approfondito era del suo passato scapestrato e invece è un po’ a passane nel testo quasi fino all’ultimo inconfessabile e inaspettato segreto.
Ora voglio Lach e Kayla, sperando ci sia finalmente questa benedetta Scozia!
Buona lettura a tutte,
Fabiana

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...