Giveaway

Le immagini dei teaser non sono nostre e non ci guadagnamo da esse. Tutti i diritti appartengono ai proprietari.

lunedì 14 agosto 2017

Recensione:"OdioAmore" di Penelope Ward

Ciao Rumors! Esce oggi in Italia grazie alla Newton Compton, il tanto atteso nuovo romanzo di Penelope Ward, OdioAmore e la nostra Denise ce ne parlerà!
Titolo: OdioAmore
Autore: Penelope Ward
Editore: Newton Compton

Genere: Romanzo
eBook  € 4,99 
Amazon


Dall'autrice bestseller del «New York Times», di «USA Today» e del «Wall Street Journal»

Condividere una casa per le vacanze con un coinquilino sexy da morire dovrebbe essere un sogno che diventa realtà, giusto? Non se si tratta di Justin... l'unica persona che abbia mai amato... e che ora mi odia. Quando mia nonna è morta e mi ha lasciato metà della casa sull'isola di Aquidneck, c'era una trappola: l'altra metà appartiene al bambino che ha aiutato ad allevare. Lo stesso bambino che si è trasformato nell'adolescente a cui ho spezzato il cuore anni fa. Lo stesso adolescente che ora è un uomo con un corpo mozzafiato e una personalità complicata. Non lo vedevo da anni, e ora ci ritroviamo a convivere perché nessuno dei due è disposto a rinunciare alla casa. La cosa peggiore è che non è da solo. Ho capito presto che c'è una linea sottile tra amore e odio. Ho potuto guardare attraverso quel sorriso arrogante. Il ragazzino che conoscevo è ancora lì sotto. E anche il nostro legame. Proprio ora che non posso averlo, non l'ho mai desiderato di più.




Sapete qual'è la cosa più bella della lettura? è trovarsi dinnanzi ad un libro come questo, metabolizzare le emozioni e le sensazioni dei protagonisti ed avere paura a terminarlo, perchè ormai ti senti parte della loro storia, la vivi, la senti, ed una volta terminata è come lasciare andare due amici col quale hai condiviso molto, perché Penelope Ward è in grado di creare personaggi che ti si insinuano dentro, i suoi romanzi hanno tutto ciò che ci si spetta per essere unici, ma a volte parlare è semplice, le parole alla fine sono solo parole, e chi ancora non ha avuto l'opportunità di leggere questa scrittrice non può capire che io in queste frasi, ci sto davvero versando il cuore, non è mai facile parlare di un libro che ti ha creato dentro così tanto scombussolamento, non è facile convincere voi che siete dall'altra parte e dire: "leggetelo, fidatevi di me. Non ve ne pentirete", inizierò col spiegarvi chi sono Amelia e Justin, e qual'è la loro storia.

"Sei ancora brava in questo, vedo" 
"A fare cosa?"
"A scappare, è sempre stata la tua specialità."


Justin ed Amelia si conoscono fin da bambini, Justin è il nuovo vicino di casa della nonna, tra i due ragazzi si instaura subito un rapporto di amicizia, quasi immediato, un rapporto che nasce in maniera pura, innocente, come la tenera età dei protagonisti, il legame che li lega si rafforzerà sempre di più, qualcosa che va sempre in crescendo, e mai in calando, Non c'è Amelia senza Justin, non c'è Justin senza Amelia, fino al momento in cui -come in una giornata di sole- arriva improvviso il temporale, e spazza via tutta la luce, fa calare il buio, il sole viene coperto dalle nubi, il caldo e la quiete spezzati via dal vento impetuoso.
IMPROVVISO, FORTE, FULMINANTE, VELOCE. 

Il loro era un legame incomparabile, che negli anni si stava trasformando in qualcosa di più di una semplice amicizia, con l'avanzare degli anni le sensazioni erano ampliate, un semplice contatto innocente, non era più tale, quel contatto seppur breve e candido era capace di svegliare in loro nuove sensazioni, mai provate prima, quel groviglio nello stomaco che ti fa battere il cuore.
La loro sarebbe potuta essere una storia perfetta, si, fino al momento in cui alcune bugie non sono venute a galla, ma scappare è sempre più facile piuttosto che trovarsi davanti ad una realtà che fa male, una verità che sconvolge e che fa precipitare Amelia in uno stato di isolamento da coloro che credeva di amare.
Dieci anni dopo entrambi si trovano sotto lo stesso tetto, ereditando la casa delle vacanze della nonna di Amelia, Justin per la dolce signora è sempre stato come un nipote, ma è anche vero che non possiamo mentire alle persone che ci circondano, e che più ci amano, perchè loro arrivano alla verità prima di noi, la bocca può mentire, ma il cuore e gli occhi non dicono menzonie.
Ci ritroviamo difronte ad un personaggio maschile completamente diverso nel presente da colui che era nel passato, il Justin dolce è stato sostituito da un Justin burbero, arrabbiato, FERITO. Ma infondo a quell'animo, nascosto da qualche parte Amelia sente ancora che esiste il suo Justin, si suo, perchè il suo cuore non ha mai smesso di appartenere a lei.
se c'è una caratteristica di Justin che Amelia non ha mai scordato è la passione che ci mette nella musica, fin da adolescenti è sempre stata la sua musa, ma adesso Justin sembra innamorato di un altra donna, che Amelia prova ad odiare ma non è facile data la sua dolcezza.
Sarà costretta ad assistere nelle loro vite come spettatrice, anche nei momenti più intimi e personali sentendosi quasi un estranea in casa propria.
Ma anche se la loro mente cerca di tenerli lontani, l'alchimia tra i loro corpi è più potente che mai, li spinge l'uno verso l'altro, li spinge ad avvicinarsi a quel proibito, per poi allontanarli di nuovo per un fortuito scherzo del destino.
 "Vivevo nel terrore di perderlo, ma mi resi conto che prima o poi sarebbe successo. forse stava già succedendo."

Una caratteristica della penna di Penelope è quella di creare delle storie dalle quali non sai mai cosa aspettarti, nel momento in cui pensi che finalmente tutto sembra andare liscio come l'olio ecco che BOOM stravolge la storia e non di poco!
Ma è qui che ci innamoreremo perdutamente di Justin, quando credevamo di non poterlo amare di più la Ward ci regala altri mille motivi per amarlo alla follia, tanto da pensare: "Ma perchè non capita anche a me un uomo cosi?" giuro di averlo pensato infinite volte durante la lettura!
Un altra caratteristica che ho avuto modo di conoscere è l'alternarsi dei capitoli tra presente e passato, che delineano la storia in modo perfetto portando il letore a capire il perchè di questa rottura radicale da parte dei due personaggi, dove piano piano tutti i segreti verranno svelati e i sentimenti esposti a nudo in maniera inconfutabile.

Credetemi ci sono state volte dove avrei voluto entrare nel kindle e scuotere entrambi i protagonisti mettendoli davanti alla realtà dei fatti, far capire loro che è inutile resistere quando il cuore è il primo ad urlare, volevo spingerli l'uno tra le braccia dell'altra in modo che entrambi finalmente potessero dar sfogo ai loro bisogni e poter tirare un sospiro di sollievo con loro.
Non c'è frase più veritiera di : "l'attesa aumenta il desiderio." una volta terminata l'attesa vi sentirete appagate nel profondo, e non  parlo solo delle scene più spinte.
 
"Tutti quegli anni passati ad avercela con te, quando invece avrei potuto portarti a letto ogni giorno. Che coglione"

Ora lasciatemi aprire e chiudere una parentesi, cercherò di essere breve lo giuro, ma mi sento in DOVERE di urlarlo al cielo, dopo aver letto dei protagonisti maschili della Ward nessun uomo vi sembrerà più degno, perché hanno la capacità di ridurti il cuore in poltiglia con la loro dolcezza, di scombussolarti lo stomaco (e non solo) nelle scene più calde, e farti ridere con la loro ironia.
Un libro al quale non manca nulla, una scrittrice che dimostra di saper dare sfogo a sentimenti ed emozioni in modo unico e sublime, e che merita di esser letta e riletta.
Non posso svelare oltre di questo libro perché non è facile parlarne senza fare spoiler, soprattutto ciò che succede nel presente, merita di essere vissuto e non raccontato.
Che altro posso dire ? solo LEGGETELO LEGGETELO E LEGGETELO.
Volevo inoltre ringraziare Vanessa per avermi "prestato" Justin e per aver sopportato i miei scleri durante la lettura, ora capisco il perché della sua enfasi ogni volta che usciva una nuova storia. avevi proprio ragione quando dicevi che era unica, quindi Grazie.
MERAVIGLIOSO

Denise.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...