Giveaway

Le immagini dei teaser non sono nostre e non ci guadagnamo da esse. Tutti i diritti appartengono ai proprietari.

lunedì 9 ottobre 2017

Review Party:" Lady O" di Charlotte Lays

Buongiorno Rumors! Oggi noi del Rumore parteciperemo al Review Party del nuovo romanzo targato Harper Collins di Charlotte Lays, Lady O, primo volume della serie  Sinners e, per questa occasione, la nostra Tiziana ce ne parlerà!
Titolo: Lady O
Autore: Charlotte Lays
Editore: HARPER COLLINS 
Genere: Romanzo 
Formato: ebook/ cartaceo
Data d'uscita: dal 18 settembre versione cartaceo presso sito CE; dal 28 settembre versione cartaceo in edicola; dal 20 ottobre in e-book su tutti gli store online

Lady O, dove O sta per Orgasm, firma sul NY Times una rubrica ironica e assolutamente pungente su sesso e problemi sentimentali. Olyvia Cardoso, la scrittrice che si nasconde dietro lo pseudonimo, è invece una giovane donna fragile e con un difficile passato, fatto di vessazioni in collegio, di disturbi alimentari e di una madre crudele. Per fortuna al suo fianco ha le sue sei migliori amiche, che rappresentano per lei la famiglia, visto che su quella vera non ha mai potuto contare.

Un giorno, una serie di sfortunati eventi, la portano a incappare in Gerard Gordon, un luminare di neurochirurgia ma anche una delle cause della sua sofferenza negli anni dell'adolescenza. L'affascinante medico sembra pentito, ma ciò che Liv ha vissuto è troppo per poterlo dimenticare. Tuttavia, gli incontri con Gerard si fanno più frequenti, e in lei qualcosa cambia. A partire dal nuovo taglio di capelli.

L'attrazione verso Gerard la fa sentire estremamente vulnerabile, ma allo stesso tempo la catapulta dentro emozioni che credeva esistessero solo tra le pagine dei libri.

Il passato, però, si frappone di nuovo tra loro e l'emergere di nuovi segreti sembra voler minare ancora una volta la loro relazione, finché un colpo di scena darà un tale scossone alle vite di entrambi che ogni cosa troverà all'improvviso il proprio posto. A cominciare dalla passione e dall'amore.


Avida lettrice come sono, era da tempo che volevo leggere Lady O di Charlotte Lays. Uscito lo scorso anno in versione Self- Publishing, non ho potuto godere della sua prosa perché poco dopo è stato tolto dal mercato per essere pubblicato dalla Harper Collins nella sua più famosa collana del genere narrativa rosa: la Harmony Passion.

“Imparate a tirare giù l’asse del water, piuttosto, e sappiate che quando le vostre compagne passano davanti ad Abercrombie sulla Quinta pensano: A questi qui farei una pioggia di birra solo per leccarne ogni goccia. Ah dimenticavo… pensami ogni volta che ti gratti le palle.
StronzaCronica,
Lady O”


Lady O è una scrittrice affermata di romanzi erotici e anche qui ho sorriso perché di Charlotte Lays avevo già letto alcuni suoi precedenti libri con sfumature erotiche. Ma addentrandomi nella storia ho capito sin da subito che questo nuovo romanzo aveva ben altre sfumature. Il personaggio di Lady O è solo la maschera dietro cui si nasconde Olyvia Cardoso, un personaggio agli antipodi della irriverente e sfrontata scrittrice che scrive scene di sesso da riuscire persino a far invidia al sesso maschile.

“Lady O è il mio appiglio, è la mia voce nel mondo, è l’alter ego con cui mi convinco di poter vincere”

Olyvia è una ragazza fragile e introversa che preferisce rinchiudersi fra le quattro mura della sua casa con un libro romantico come “Il cavaliere d’inverno”. Nel suo passato pesano atti di bullismo che hanno minato la sua sicurezza, insieme a una madre che non ha mai accettato la sua presenza, denigrando il suo corpo e il colore ambrato della sua pelle. Olyvia non ha nulla dei tratti somatici della madre di origine russa, né assomiglia a sua sorella Olga dalla pelle diafana e dal corpo filiforme. Olyvia ha un corpo burroso e una pelle olivastra che la rendono diversa. Come diverso è il suo temperamento caldo e romantico, lontano dai freddi e crudeli moniti con cui è stata cresciuta. L’unico calore che ha accompagnato la sua infanzia sono state le dolci e sagge parole della sua nonna materna insieme a un padre poco presente che ha cercato comunque per quel poco di coccolarla. Ma ora Olyvia vuole cambiare, intraprendendo un cammino alla ricerca di se stessa. Fermarsi e ricercare quella sicurezza perduta è il suo nuovo obbiettivo, insieme alla voglia di trovare il vero amore come quello dei famosi “Tatia e Shura” del suo libro preferito.

“Non sarai la regina del lago di Ilmen per nessuno, se non lo sarai prima di tutto per te stessa”

Lady O oppure Olyvia? Lo sdoppiamento delle due personalità è quanto di più azzeccato per riuscire a capire la vera natura del personaggio. In questo l’autrice ha dato un impronta forte e matura giocando con caparbietà e ironia fino a tracciarne la vera essenza. Olyvia macina insicurezza e sogni romantici e il suo senso di inadeguatezza, la portano al contrario a diventare impavida e sagace nelle vesti di Lady O. Attraverso una rubrica sul New York Times risponde ai lettori e alle lettrici in modo pungente, elargendo consigli di autostima alle donne con il cuore infranto, e dissacrando il mondo maschile con battute ironiche sui loro vezzi di onnipotenza. Quindi si potrebbe dire che Lady O sia l’alter ego di Olyvia, ma le due personalità sono alla fine complementari. Olyvia è una ragazza intelligente, sensibile e simpatica che ha bisogno del coraggio e della sfacciataggine di Lady O per gridare la sua vera natura. In questo gioco di personalità ci sono sei amiche simpaticissime e tenaci che la stimano e la incoraggiano a uscire fuori dal mondo incantato che si è creata. Una sorta di salvagente a cui aggrapparsi per ritrovare la propria stima e sicurezza, insieme all’aiuto della sua analista che la incita a trovare quell’equilibrio fra le due personalità, traendo gli aspetti migliori dell’una e dell’altra per accompagnarla nel percorso verso la propria ricerca.
Ma la sua vena romantica prevale su tutto e la sua ricerca convoglia ancora una volta sul desiderio di trovare l’amore. Un amore che sconvolge, totalizzante, che la può far diventare eroina non solo della carta stampata, ma anche nel cuore di un uomo che la sappia apprezzare per quello che è veramente e amarla per le sue mille sfaccettature.

“Sentivo che avevi bisogno di me, ma sentivo anche che io dovevo salvarti. Come se fossi nato per fare quello nella vita”


L’autrice non poteva creare momento più romantico e ironico per far apparire il suo “Cavaliere d’Inverno”, camuffato nelle vesti di un angelo salvatore, che con i suoi occhi azzurri ha saputo sin da subito illuminare i contorni della strada intrapresa. Ma non sono sempre rose e fiori, perché il “salvatore” arriva da quel passato che per Olyvia è stato motivo delle sue insicurezze e di sogni adolescenziali rimasti amori platonici e fiabeschi. Gerard Gordon è quel segno che Olyvia stava aspettando, bello e affascinante, ma anche colui che risveglia una rabbia repressa verso quegli episodi passati che hanno interceduto nel sua discesa.

“Non ho fretta. Voglio la tua fiducia… Voglio scoprire tutto quello che ho sempre intravisto attraverso questi occhi meravigliosi”

Gerard è il personaggio che si discosta dal maschio Alfa dei nostri romanzi, e non è nemmeno l’uomo che si prostra pur di arrivare a conquistare il cuore di Olivya. Gerard è un uomo intelligente e paziente che sa giocare le sue carte quasi con le stesse armi con cui Shura ha conquistato la sua Tatia. Una corte sfrenata fatta di momenti romantici e passeggiate in Central Park sono solo una parte dei gesti ammaliatori con cui questo bellissimo uomo saprà far capitolare la nostra Olyvia. Ma Olyvia la sua battaglia dovrà riuscire a vincerla da sola. Fiducia e stima sono ancora i tasselli mancanti per vivere appieno ciò che la vita le sta offrendo e solo rivelazioni importanti e colpi di scena finali porteranno Olyvia Cardoso a diventare realmente un po’ più Lady O, dalla cui miscela ne uscirà la vera se stessa: selvaggiamente romantica.

“Tu hai tre personalità: Olyvia… Lady O… e la mia lady Olyvia… Irriverente, dolce, ironica, sensuale… E’ quella la donna che ho la fortuna di vivere solo io e che è il perfetto amalgama delle prime due: selvaggiamente romantica”


Tutti abbiamo bisogno di un amore totalizzante e indiscutibilmente romantico, ma per arrivarci bisogna combattere e scendere a compromessi. Primo fra tutti superare i momenti bui della vita in cui ci siamo persi e sentiti inadeguati e che hanno tracciato inverosimilmente la natura della nostra essenza. Per Olyvia il suo percorso è stato illuminato dalle amicizie e dalla sua passione per la scrittura in cui ha trovato l’alcova per riuscire e sfogare le sue insicurezze, e per mettersi a nudo senza sentirsi giudicata. Una storia che fa riflettere e al tempo stesso fa sognare. Charlotte Lays con Lady O ha sfoggiato la sue vena romantica attraverso un cammino psicologico con cui ha riflettuto sulle insicurezze e la mancanza di fiducia nel sesso maschile. Ha incoraggiato il personaggio di Olyvia a trovare una propria strada, mantenendo fermi i principi saldi su l’aspetto romantico della vita e ricordando più volte che quell’amore totalizzante, fra i personaggi di uno dei libri più belli d’amore mai scritti come “Il cavaliere d’inverno”, può diventare realtà e non solo sogno. Ironia, romanticismo e battute sagaci sono la struttura narrante di questa storia, insieme a detti e citazioni in russo e in portoghese con cui il personaggio femminile ha dato sfogo ai suoi rancori. Un modo ironico ma forse anche troppo ripetitivo che ha frenato a volte la fluidità della narrazione, così come la parte iniziale del libro forse troppo descrittiva e poco coinvolgente, ma probabilmente necessaria per introdurre tutti i personaggi della storia. Ma la scrittura di questa autrice non si discute, il suo talento innato permea ogni pagina. Ho apprezzato questa storia soprattutto perché la vera protagonista principale è un personaggio femminile. Olyvia è una donna che viene descritta in tutta la sua bellezza e in tutte le sue imperfezioni. Un personaggio concreto che sa prendersi gioco del sesso maschile ma che sa anche emularlo come il proprio salvatore. Una donna che ha sofferto, e che ha avuto il coraggio di crederci ancora, trovando nell’amore la giusta sicurezza di piacere in primo luogo a se stessa.
Arrivederci Lady Lays con la prossima protagonista femminile di questa bellissima serie, la Sinners Series, che riuscirà ancora a sorprenderci con un altro personaggio tra le sette simpatiche donne, amiche e sorelle. Sette come i vizi capitali. Sette come le meraviglie del mondo.

“Nessuno scrittore potrà mai trovare l’insieme delle parole giuste per descrivere la sensazione della felicità che si fa largo nel petto, lo apre e lo scalda. Infine lo prepara affinché l’amore e la complicità vi alberghino.” 
Tiziana

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...