Giveaway

Le immagini dei teaser non sono nostre e non ci guadagnamo da esse. Tutti i diritti appartengono ai proprietari.

venerdì 22 settembre 2017

Recensione :" Tramonto a Central Park" di Sarah Morgan

Ciao Rumors! Oggi la nostra Marianna ci parlerà di un nuovo romanzo edito Harper Collins Italia di Sarah Morgan, Tramonto Central Park, secondo volume della serie Da Manhattan con amore.
Titolo: Tramonto a Central Park
Autore: Sarah Morgan
Serie: Da Manhattan con amore.
Editore: Harper Collins
Genere: Contemporary romance
Prezzo: ebook 6.99 Copertina Rigida 14.90
Data d’uscita: 21/09/2017


Da quando si sono messe in proprio e hanno lanciato Urban Genie, una start up che si occupa di organizzare eventi, Paige, Eva e Frankie non hanno avuto un attimo di respiro. E benché occuparsi degli addobbi floreali per feste e ricevimenti di nozze non sia esattamente quello che sognava di fare nella vita, Frankie non può certo lamentarsi. L'unico problema è che lei detesta i matrimoni: non può fare a meno di associarli a una sensazione di disagio, di disastro imminente. Per lei l'amore non è mai stato una priorità, l'unica passione che abbia mai conosciuto è quella per i fiori e i giardini, e gli uomini non le interessano. Si sente a proprio agio solo con Matt, che per lei è come un fratello maggiore. Certo, è attraente e innegabilmente molto, molto sexy, ma il loro è un rapporto platonico, nient'altro che una solida amicizia... Allora perché il cuore le batte così forte ogni volta che sono insieme?


Avete mai visto un tramonto a Central Park? Io no, ma deve essere eccezionalmente romantico per renderlo il centro nevralgico di un intero romanzo, e non solo al tramonto. La Morgan non solo ha la capacità di scegliere scenari meravigliosi per fare da sfondo ai suoi romanzi, ma li rende ancora più incantevoli grazie alle descrizioni mirabili in cui l’autrice sa dove puntare l’accento. Sa creare l’atmosfera giusta per sentimentalismi, malinconie e scene dolci e appassionate. In una sola parola ti fa innamorare, profondamente, irrimediabilmente.
Se avete amato la serie natalizia dei fratelli O’Neil e gli splendidi paesaggi del Vermont, se avete adorato la trilogia Puffin Island ambientata nell’affascinante e poetico Maine, non potete non innamorarvi di Manhattan, un luogo stupefacente e magico, dove si sono consumati gli amori più grandi della storia del cinema e della moderna letteratura. E ovviamente Manhattan sarà teatro della storia tra Matt e Frankie, due personaggi che abbiamo già conosciuto nel romanzo precedente della serie (Su e giù per Manhattan).
Matt e Frankie si conoscono da sempre, e da sempre sono amici. Possono contare sull’altro, hanno in comune la stessa passione per piante e giardini, una predilezione per fiori e giardini pensili, e poi provengono entrambi da Puffin Island. E ovviamente sono entrambi bellissimi. Matt è consapevole di essere attraente, seducente e accattivante; Frankie, al contrario, si imbacucca in abiti che non risaltano le proprie forme ma che la fanno sembrare uno scricciolo chiuso in qualche taglia di troppo. Frankie si nasconde, perché vuole scoraggiare ogni possibile pretendente dall’avvicinarsi. Una ritrosia che si trascina fin da bambina, una diffidenza nell’altro sesso che l’ha traumatizzata fin da piccola. Matt, però, la vede nonostante e cerca di far schiudere il bellissimo fiore che è in lei. Matt, il porto sicuro di Frankie, riesce a far uscire dal porto le insicurezze e le fragilità dell’amica, a farle capire che è bella, intelligente e preziosa. Riesce a scalfire quella corazza che Frankie inizia a stancarsi ormai di portare, che forse ora non le sta più bene indossata. Matt, le fa scoprire i suoi punti di forza, il suo lato umano e generoso, il suo bisogno di amare ed essere amata e - dulcis in fundo - il suo smodato appetito sessuale. Matt e Frankie ci mettono un attimo a scoprirsi e ad emozionarsi l’uno in presenza dell’altra. 


E tra guardarsi negli occhi e spogliarsi e volersi voracemente il passo è breve. Matt, il suo sorriso disarmante, le sue braccia forti, il suo sedere tondo e il suo torace duro come il marmo colpiscono e affondano. E Frankie non riesce a resistergli. La timida Frankie diventa una donna impetuosa e focosa, ma solo per il suo Matt.
Purtroppo però, i segreti, e i brutti ricordi del passato, sono sempre li schierati come soldati pronti a fare strage di cuori innamorati. E difendersi dai trascorsi burrascosi del passato non è semplice…
Come accade per ogni romanzo di Sarah Morgan, questa non è solo la storia di Matt e Frankie, ma è anche una vicenda corale sulla solidarietà e sulla amicizia. Potrei anche azzardare dicendo che questi due tipi di rapporti sociali fanno da fil rouge a ogni singola vicenda narrata da questa straordinaria scrittrice americana. Ritroviamo Paige e Jake i due protagonisti di “Su e giù per Manhattan”, Eva che con Paige e Frankie hanno fondato la start up Urban Genie; ritroviamo James e Roxy, i componenti della squadra di architetti di esterni capitanati da Matt. Personaggi che sicuramente ritroveremo prossimamente, insieme ad altre new entry. Perché la serie originale ambientata a Manhattan comprende altri quattro volumi, e io mi auguro che arrivino presto in Italia. Magari a Natale, quando la Morgan raggiunge l’apice della sua bravura con le storie innevate dalla magia di questa splendida festa. 
Posso finalmente dirvi che la Morgan, sebbene adoperi i clichè più convenzionali della letteratura rosa, non delude mai, perché fa sognare e fa venire veramente voglia di vivere una storia romantica come quella dei suoi protagonisti.
To the next time, Sarah Morgan.
#salutiebaci Marianna

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...